Gli italiani si lamentano. E questa forse non è una novità. Ma a impressionare sono quanti tra loro lo fanno con i fornitori di luce e gas. Nel 2018 sono stati infatti oltre 500mila i reclami scritti ricevuti dai venditori di energia elettrica e gas da parte degli utenti del Bel Paese. A questa massa di lettere e raccomandate si aggiunge la cifra non indifferente di quasi 3 milioni di telefonate di lamentela. Lo rivela il quarto «Rapporto sulla qualità dei call center» dell’Arera (l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) che fotografa il quadro della qualità dei servizi telefonici in base ai dati comunicati dagli operatori con almeno 50 mila clienti in bassa tensione e/o bassa pressione1.

Approfondimento

Share